Plastica Genitale ... - Medistanbul

La vaginoplastica è un'operazione estetica che mira a "stringere" una vagina allentata a causa del parto o dell'invecchiamento vaginale. Pertanto, l'operazione è anche chiamata serraggio vaginale, chirurgia plastica vaginale o ricostruzione vaginale.(vaginoplastica)

Alcuni medici affermano che questa operazione può anche migliorare la sensibilità nell'area. Se è vero che i tessuti vaginali possono allungarsi, stringere il tessuto vaginale non può garantire una migliore risposta sessuale. La ragione di ciò sono reazioni complesse e altamente personali che sono condizionate dal desiderio, dall'eccitazione e dall'orgasmo, da fattori emotivi, spirituali e interpersonali. La sensibilità non porta automaticamente a più piacere. Per le persone transessuali e non binarie che hanno un intervento chirurgico di conferma sessuale, la vaginoplastica è un processo in cui i chirurghi creano uno spazio vaginale tra il retto e l'uretra.

estetica genitale, plastica genitale, vaginoplastica

Lo scopo della vaginoplastica è creare una vagina dal tessuto del pene. Una vaginoplastica può essere eseguita come operazione di chirurgia plastica elettiva o ricostruttiva. Può anche essere combinato con altri interventi chirurgici genitali come labiaplastica. Prima di sottoporsi a vaginoplastica, si consiglia ai pazienti di informarsi sui rischi e sui benefici della procedura. La maggior parte dei chirurghi aiuta i pazienti a esplorare altre opzioni non chirurgiche, come gli esercizi di Kegel, prima di sottoporsi a un'operazione di vaginoplastica, per evitare rischi operativi e altre potenziali complicanze.

La vaginoplastica può richiedere un impegno a vita per le cure post-guarigione perché le donne con vaginoplastica dovranno espandersi regolarmente per mantenere aperta la loro vagina. Gli interventi di strutturazione di genere sono un gruppo di procedure chirurgiche utilizzate da alcuni transessuali per la diversità di genere e per verificare la loro identità di genere. La vaginoplastica è un tipo di subchirurgia offerto alle donne trans oa coloro che si definiscono transfemminine.

estetica genitale, plastica genitale, vaginoplastica

Chi è adatto per la vaginoplastica?

L'operazione nella transizione sessuale non è mai il primo passo. È qualcosa che accade dopo che le opzioni di transizione medica e sociale sono già state scoperte. Le persone che optano per la vaginoplastica generalmente lo fanno dopo aver intrapreso altri passaggi, come l'assunzione di ormoni aggiuntivi durante il processo di conferma sessuale. Dovrai sicuramente fare molte ricerche, conoscere tutti i dettagli e prendere una decisione con il tuo medico.

Perché i pazienti richiedono una vaginoplastica?

Dopo il parto, le donne possono lamentarsi di scioltezza vaginale causata dallo stiramento dei tessuti e dalla separazione dei muscoli, a volte al punto che un tampone cade e questa mancanza di tono può causare disfunzioni sessuali.

Cosa fa la vaginoplastica?

Una vaginoplastica unisce i muscoli separati e rimuove la pelle extra mucosa dalla parte posteriore della vagina. Parte della pelle esterna può anche essere rimossa per un aspetto più estetico.

Che tipo di anestesia viene eseguita?

Sebbene la procedura possa essere eseguita in anestesia locale, la maggior parte dei pazienti preferisce che venga eseguita in anestesia generale.

Quali sono i rischi della vaginoplastica?

I rischi della vaginoplastica possono includere complicazioni rare, stato di infezione, sanguinamento o dolore.

Cosa succede durante il processo?

Incontrerai il tuo medico e un anestesista la mattina del tuo intervento. Ti daranno una visione di come sarà la giornata. Spesso può essere somministrato un farmaco anti-ansia o un altro sedativo per aiutare il paziente a rilassarsi. Successivamente verrai portato in sala operatoria: durante la vaginoplastica sarai in anestesia generale e ti stenderai sulla schiena con le gambe in staffa. L'operazione è complessa, coinvolge i tessuti sensibili, il sistema vascolare e le fibre nervose. Questi sono alcuni dei passaggi generali:

  • La nuova cavità vaginale è ricavata dallo spazio tra l'uretra e il retto
  • Per mantenere la forma, un dildo chirurgico viene inserito nella presa
  • La pelle viene rimossa dal pene. Questa pelle crea una custodia invertita
  • Un glande triangolare viene rimosso per diventare un clitoride
  • L'uretra viene ritirata, accorciata e si prepara a ristrutturare il resto del pene prima di tagliarlo e tirarlo.

Ogni taglio viene cucito e verrà applicata una benda. L'intera operazione richiede dalle due alle cinque ore. Le bende rimangono in posizione per quattro giorni, dopodiché devono essere prese misure attente e sicure.

Cosa succede dopo l'operazione di vaginoplastica?

In generale, il risultato di questa operazione è un canale vaginale più stretto che può aiutare ad aumentare la soddisfazione sessuale. La vaginoplastica richiede un periodo di recupero significativo e cure personali. Dovresti essere ricoverato in ospedale per circa una settimana dopo l'operazione e tornare regolarmente per gli appuntamenti di follow-up dopo la dimissione. Poiché il processo di guarigione può richiedere tempo, dovresti fare attenzione a non svolgere attività fisiche pesanti o sollevare oggetti pesanti per le prime sei settimane dopo la vaginoplastica.

Potrebbe anche essere necessario urinare attraverso un catetere per una o due settimane dopo l'intervento. Il team della tua clinica ti fornirà informazioni dettagliate sulla cura del catetere e su come verificare la presenza di segni di infezione, come arrossamento e gonfiore nell'area chirurgica. Probabilmente potresti muoverti ed essere più leggero in una settimana dopo l'intervento. In circa sei settimane ti riprenderai abbastanza per riprendere tutte le tue attività. Questo intervento ha un processo di guarigione molto lungo che può durare dai dodici ai diciotto mesi.

A differenza di altri interventi chirurgici di conferma del sesso, la vaginoplastica richiede aderenza per tutta la vita. Se hai subito un'operazione di vaginoplastica, dovrai espandere più volte al giorno per mantenere aperta la vagina. Alla fine, può essere ridotto più volte alla settimana, a seconda di diverse alternative. Il tuo team di manutenzione spiegherà in dettaglio come farlo. I pazienti possono restare a casa per una o due settimane. Potrebbe essere necessario fare molta attenzione durante i primi giorni. Potresti provare un dolore profondo nei primi giorni e non puoi usare gli assorbenti interni o fare sesso per otto settimane.

A seconda dell'adattamento effettuato, alcuni pazienti possono essere istruiti a utilizzare un dilatatore.

 

 

Leave a Reply